Hai un centro estetico? Leggi una cosa che DEVI assolutamente sapere quando decidi di fare lo sconto! Non sempre PROMUOVERE significa SCONTARE.

Buongiorno amica estetista, oggi parliamo degli sconti all’interno di un centro estetico.

Ottobre e novembre sono due mesi in cui, generalmente, la tua agenda appuntamenti potrebbe apparire più deserta del Sahara.

Considerato che la maggior parte delle estetiste soffre della “sindrome da agenda vuota”, panico, ansia e stress sono le conseguenze più probabili di questo fenomeno.

Quindi ti si pone un problema ben preciso: “come faccio a lavorare di più, incassare di più ed a prendere più appuntamenti?”

Ecco allora che incomincia ad aleggiare nella tua mente una famosissima parola, chiamata promozione.

promozione centro estetico

Sempre nella tua mente, il termine promozione è quasi sempre sinonimo di un’altra parolina “magica” (si fa per dire):

 sconto! 

In questo articolo non ho nessuna intenzione di demonizzare tale pratica commerciale.

Ti ho già scritto in altri post il mio pensiero al riguardo, dicendoti che è preferibile dare valore piuttosto che fare lo sconto per i trattamenti del tuo centro estetico.

Per intenderci: immaginiamo che, nel tuo centro estetico, vendi la pulizia del viso a 40 €.

Piuttosto che scontarla, per esempio, a 35 € sarebbe meglio costruire un’offerta mantenendo il prezzo a 40 € ma dando in omaggio (come bonus, termine amato da molti miei colleghi consulenti) le sopracciglia che valgono 5 €.

Allo stesso modo una pizzeria, anziché scontare una pizza margherita da 6 € a 5€, può lasciare la margherita a 6 €, offrendo però il caffè compreso nel prezzo.

Hai compreso il concetto?

Ma te lo ripeto, oggi non voglio parlare di questo.

Oggi non voglio neanche dirti che, se punti sugli sconti, danneggi l’immagine del tuo centro estetico ed attiri la clientela sbagliata.

Oggi voglio solo e semplicemente spiegarti, attraverso un semplice quanto concreto esempio, cosa accade al tuo cassetto ed al tuo orologio quando decidi di fare uno sconto secco.

Esatto: nel post odierno voglio farti capire quanto potresti guadagnare e lavorare qualora optassi per la vecchia formula di “tagliare i prezzi”.

Prendiamo ancora, per ipotesi, la tua bella pulizia del viso, che vendi di listino al pubblico a 40 € e che impiega un’ora del tuo tempo.

Per cortesia: è un mero esempio, non m’interessa se la tua costa 50 € e se riesci a farla in 50 minuti, ok?

Adesso supponiamo che il costo cabina (costo dei prodotti professionali + monouso e materiale di consumo) della tua pulizia del viso sia pari a 5 €.

In questo caso il tuo margine lordo sarà uguale a 35 €.

Prezzo di vendita 40 € – costo cabina 5 € = margine lordo pari a 35 €.

Ora facciamo tre ipotesi e confrontiamole:

  1. lasci il prezzo a 40 €
  2. per tutto il mese di novembre metti la pulizia del viso in promozione a 20 €
  3. aumenti addirittura il prezzo di listino, portandolo a 45 €

Proviamo ad immaginare quante pulizie del viso potresti fare nelle varie ipotesi:

  1. lasciando il prezzo a 40 € forse ne fai 20
  2. scontando il prezzo a 20 € magari ne fai più del doppio, ovvero 45
  3. aumentando il prezzo a 45 € può darsi che tu ne faccia un paio in meno, vale a dire 18.

Di primo acchito potresti pure pensare che la promozione ha avuto successo, dato che hai fatto più del doppio delle vendite.

Adesso vediamo però come i numeri appena ipotizzati incidono sui tuoi guadagni e sul tuo tempo.

  • se vendi la pulizia del viso a 40€ e ne fai 20, incassi 800 €, guadagni 700 € e lavori 20 ore
  • se vendi la pulizia del viso a 20€ e ne fai 45, incassi 900 €, guadagni 675 € e lavori 45 ore
  • se vendi la pulizia del viso a 45€ e ne fai 18, incassi 810 €, guadagni 720 € e lavori 20 ore

Come vedi, nell’ipotesi dello sconto, lavorerai sì più del doppio, incasserai di più rispetto alle altre due ipotesi ma guadagnerai decisamente di meno.

Quindi, in conclusione, se ti limiterai allo sconto secco senza sfruttare l’affluenza aggiuntiva con altre iniziative (vendita autocura, vendita altri appuntamenti a prezzo pieno, ecc.), fare una mera promozione appagherà semplicemente la tua ansia da “agenda vuota”, ti darà la sensazione di aver incrementato gli affari del tuo istituto ma in realtà ti porterà SOLTANTO un guadagno MINORE a fronte di un impegno SUPERIORE.

La prossima volta, prima di fare una promozione/sconto come fanno ancora tante/troppe tue colleghe, pensaci molto bene e fai i tuoi dovuti calcoli.

Adesso ti saluto, amica estetista.

Prova GRATIS la semplicità e l’efficacia di una delle tante nostre strategie!

Hai un Centro Estetico e dai un buon servizio alla tua clientela?

Vuoi avere RAPIDAMENTE nuovi clienti SENZA investire in pubblicità?

immagine-lead-magnet

 

 

Tag: , , , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2017 – Metodo Quadrifoglio è un marchio di Alessandro Talaia

Alessandro Talaia – Via Enrico Toti 11/a – 21046 Malnate (VA)

Partita Iva 03139290120 – Privacy Policy – Cookie Policy

Sito realizzato da Alessandro Talaia