…..il Marketing a Risposta Diretta, l’unica pubblicità efficace per il tuo Centro Estetico!

 

 

Un corretto sistema di marketing per il tuo centro estetico deve consentirti di attirare nuovi clienti di “qualità” come una calamita.

Tralasciando il passaparola, non perché non sia importante ma perché esula dal tema di questo articolo, hai un unico mezzo a tua disposizione per acquisire clientela nuova: la pubblicità.

Ho avuto modo di notare che tanti centri estetici presenti sul mercato da anni hanno praticamente ridotto a zero il budget destinato alla pubblicità.

Praticamente non investono più un centesimo per comunicare con i propri potenziali clienti.

Eppure tutti gli istituti di bellezza hanno bisogno sempre di nuova clientela.

Il motivo è di una banalità sconvolgente:

fino ad ora i centri estetici hanno investito in pubblicità tradizionale, ma la pubblicità tradizionale non funziona ed è uno spreco di soldi!

In questo articolo inizierò a parlarti del Marketing a Risposta Diretta, l’unica forma di pubblicità o comunicazione efficace per le piccole attività come la tua.

Il Marketing a Risposta Diretta consiste nell’inviare il giusto messaggio, esattamente al giusto pubblico, utilizzando il giusto mezzo di comunicazione.

Se osservi tutte le pubblicità delle tue concorrenti, oppure anche quelle che hai fatto tu, noterai degli elementi comuni.

Anzi, posso affermare senza timore di smentita che ti sembreranno uguali l’una all’altra.

Vedrai il bel logo del negozio, se capita con nome ed indirizzo, in alto ed al centro; vedrai delle belle immagini patinate, raffiguranti visi radiosi e corpi perfetti stesi su un lettino.

Infine noterai pochissimo testo, quasi sempre indicante servizi o prodotti a prezzi scontati oppure l’elenco dei trattamenti forniti.

Questa è la classica pubblicità d’immagine, quella che quando avevi appena aperto ti era stato consigliato di effettuare per “farti conoscere”.

Ebbene, un’attività commerciale non deve assolutamente farsi conoscere! Un’attività commerciale deve procurarsi clienti ai quali vendere i propri prodotti e servizi, punto.

Il logo del negozio in intestazione, qualche bella foto e poco testo scritto in modo non corretto rappresentano l’antitesi del giusto messaggio.

Un altro enorme limite della pubblicità tradizionale riguarda i destinatari a cui tenta di rivolgersi.

Se ci fai caso la pubblicità comune è impostata per cercare di piacere a tutti, indistintamente.

Molto raramente troverai un messaggio rivolto ad un pubblico ben preciso e delineato, dato che l’obiettivo (molto dannoso) è quello di ampliare il più possibile la categoria dei potenziali clienti.

Tu sai che adoro le metafore, te ne pongo una per spiegarmi meglio.

Pensa per esempio ad un ristorante che si pubblicizza in questo modo: “Il nostro locale è adatto per ogni occasione, cene romantiche o pranzi d’affari, banchetti e cerimonie, feste per tutta la famiglia e matrimoni. Abbiamo più di 600 portate nel nostro menù, con pizza, primi a base di carne o pesce, secondi di carne o pesce, cucina etnica per accontentare anche clienti con altri gusti. Il nostro ristorante è consigliato per coppie, anziani e bambini, ecc ecc”.

Chiaramente ho estremizzato l’esempio, ma non credo di essere molto lontano dalla realtà.

Ecco, questo locale è già fallito ancor prima di partire, perché nel goffo tentativo di rivolgersi ad un mercato il più ampio possibile finisce per non accontentare le esigenze di nessuno.

Prova invece a leggere un annuncio di questo tipo: “Vuoi fare un figurone con la tua fidanzata? Il nostro ristorantino è l’ideale per una cenetta romantica, in un ambiente romantico, tranquillo e riservato. Lo chef propone portate di terra e di mare con prodotti freschi e di stagione. Se hai bambini e non sai come fare non preoccuparti, con un piccolo sovrapprezzo la nostra angelo custode Mary Poppins si prenderà cura di loro, facendoli mangiare ed intrattenendoli con giochi vari in una saletta separata.”

Scusami, ma se io sto cercando un posto dove cenare con calma con la mia dolce metà non ci penso neanche mezzo secondo su quale locale scegliere!

L’ultimo grande limite della pubblicità tradizionale è costituito dal mezzo utilizzato per diffondere il messaggio pubblicitario.

Ti premetto che, a mio avviso, qualsiasi mezzo può essere efficace, a condizione che veicoli il messaggio corretto.

Però, se pensiamo ad esempio ad uno spot radiofonico per un centro estetico, alcune considerazioni sono palesi.

Sicuramente un istituto di bellezza si pubblicizza attraverso un’emittente radiofonica locale, che però copre almeno l’intera provincia.

Peccato che un cliente difficilmente sarà disposto a percorrere più di 15/20 minuti di macchina per raggiungere un istituto di bellezza.

Ti rammento che devi cercare di circoscrivere l’intera tua comunicazione in un raggio territoriale compreso tra i 5 ed 15 km dal tuo centro estetico, soprattutto se non ti trovi nel capoluogo di provincia.

Diversamente butti via soldi per indirizzare il tuo messaggio a persone che, da te, non verranno mai.

Ergo, se il tuo spot radio viene ascoltato da chi si trova a 50, 70 o più km dal tuo negozio, stai semplicemente gettando alle ortiche soldi che potresti investire in altro modo.

Ovviamente ci sarebbe molto altro da scrivere, ma nei prossimi post approfondiremo il discorso sul marketing a risposta diretta.

Ciao e…cogli il quadrifoglio!

 

immagine-lead-magnet

 

 

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2013-2019 – Metodo Quadrifoglio è un marchio di Alessandro Talaia

Alessandro Talaia – Via Castoldi 2 – 21100 Varese

Partita Iva 03139290120 – Privacy Policy – Cookie Policy

Sito realizzato da Alessandro Talaia