La regola numero due? Impara prima la regola numero uno…..

Ho vissuto la mia adolescenza nella seconda metà degli anni ottanta, epoca dominata dalla “Milano da bere”, dai paninari, dalla straordinaria pop music e dai film mitici.

Personalmente mi gasavo come un matto alla visione delle saghe di Rocky, Rambo e Karate Kid; ripensando a quei tempi è inevitabile lasciare campo aperto alla piacevole nostalgia.

A prescindere dal taglio commerciale delle pellicole cinematografiche, credo che alcune frasi dei protagonisti rappresentino delle pillole di saggezza applicabili nella vita di ognuno di noi.

 

Le professioniste dell’estetica che già lavoravano negli anni ottanta si ricorderanno, qualora animate da una sana obiettività, la facilità con cui i loro istituti prosperavano.

La situazione di mercato era completamente differente, la domanda di trattamenti estetici superava l’offerta ed il livello della concorrenza era molto basso, qualitativamente e quantitativamente parlando; il fisco non si comportava in modo così opprimente, non esistevano studi di settore, tante dichiarazioni di conformità non erano ancora state introdotte, il consumatore non era informato come oggi e la legislazione del lavoro, soprattutto in tema di sicurezza, era meno problematica.

Ciò che negli anni ottanta bastava per raggiungere il successo, oggi non è più sufficiente neanche per sopravvivere.

 

In una situazione di oggettiva difficoltà è facile perdere lucidità, incominciando ad ipotizzare soluzioni complicate per superare la famosa crisi.

E’ proprio così, spesso pensiamo a rimedi complessi senza avere chiari dei semplici concetti di partenza.

 

Tornando ai strepitosi film degli anni ottanta, vi ricordate il maestro Myiagi di Karate Kid?

Si, dai, il piccolo e simpatico istruttore giapponese di “dai la cera, togli la cera, dai la cera, togli la cera….“.

Beh, alcune delle affermazioni recitate nei film sono delle pietre miliari in qualsiasi percorso di sviluppo e crescita personale.

All’inizio del trailer visionabile cliccando qui sotto, Myiagi sostiene che la regola numero due consiste nell’imparare prima la regola numero uno.

 

 

 

La citazione, apparentemente banale, rivela una realtà straordinaria: inutile proseguire se non è chiaro il concetto essenziale da cui bisogna iniziare.

Cerchiamo di focalizzarci, riprendendo i tratti salienti dei post precedenti, su quello che dovrà essere il tuo pensiero guida:

DEVO CONCENTRARMI SUL MARKETING“.
L’ho già scritto, lasciamo le definizioni ed i concetti economici complicati ai sapientoni, spesso lontani anni luce dalle condizioni reali del mercato.
Per te fare marketing deve voler dire:

AGIRE AFFINCHE’ I CLIENTI ACQUISTINO I TUOI PRODOTTI E SERVIZI, SCEGLIENDO TE INVECE CHE I TUOI CONCORRENTI, RESTANDO SODDISFATTI E PAGANDO UN PREZZO CHE TI CONSENTA DI GUADAGNARE.”

Tu dovrai percorrere una direzione univoca, che ti condurrà:

1) LONTANO DAI TUOI CONCORRENTI;

2) VICINO AI TUOI CLIENTI.

Devo allontanarmi dalla concorrenza ed avvicinarmi ai clienti……
Devo allontanarmi dalla concorrenza ed avvicinarmi ai clienti….
Devo allontanarmi dalla concorrenza ed avvicinarmi ai clienti…..
Devo allontanarmi dalla concorrenza ed avvicinarmi ai clienti….

Ripeti questa frase fino allo sfinimento, deve divenire il tuo mantra.
Ogni azione che compierai nel tuo centro sarà finalizzata ad allontanarti dai concorrenti, distinguendoti nettamente dalla loro offerta di beni e servizi, nonchè ad avvicinarti ai clienti, potenziali ed acquisiti.

Imprimi questa direzione nella tua mente e potremo continuare nel nostro percorso, duro ma foriero di enormi soddisfazioni.

In particolare, nei prossimi articoli, tratteremo:

– l’entusiasmo (ricordi l’amore verso il tuo lavoro?), combustibile indispensabile per compiere il tragitto che conduce al successo imprenditoriale;
– l’immagine e la comunicazione del tuo istituto;
– la specializzazione, già trattata in un articolo precedente, ma meritevole di approfondimento e con la questione del prezzo in sospeso (la memoria non m’inganna);
– la concorrenza;
– il cliente, argomento di enorme rilevanza, dato che vedremo come conquistarlo, fidelizzarlo, svilupparlo e farlo diventare nostro “sponsor” nell’acquisizione di nuovi clienti.

Alessandro

 

 

 

 

 

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2013-2019 – Metodo Quadrifoglio è un marchio di Alessandro Talaia

Alessandro Talaia – Via Castoldi 2 – 21100 Varese

Partita Iva 03139290120 – Privacy Policy – Cookie Policy

Sito realizzato da Alessandro Talaia